Camminando fra te, me e l’altra! (topologicamente parlando)

(Fratelli Wright camminanti.. oggi ho studiato cammiando.. e non è la prima volta!)

 

Fino ad ora per mia esperienza noto che Coelho piace più a donne che a uomini.. va a sapere..

comunque mi è piaciuta molto questa citazione da Brida (libro che per ora non ho ancora letto)

Quando qualcuno trova il proprio cammino, non può avere paura.

Deve avere coraggio sufficiente per fare i passi sbagliati.

Le delusione, le sconfitte, lo scoramento sono strumenti

che Dio utilizza per mostrare la strada.

 

Che poi ognuno ha la propria definizione di Dio..

oggi studiando riflettevo.. se Dio per me è tutto lo spazio (comprese essere viventi e tutto/i il resto) io sono omeomorfa a Dio?

E’ venuto fuori che io sono contenuta in (e omeomorfa a) una sfera S^3 (super.stè), con una pallina vuota sulla “superficie”, così che essa sia omeomorfa a tutto lo spazio R^3 (spazio euclideo a tre dimensioni), il punto è che per vedere la sfera S^3 bisognerebbe immaginare 4 dimensioni.. e le dimensioni arrotolate? e quelle nascoste?

In ogni caso basta trovare la funzione omeomorfismo e ci si collega!

Ecco a cosa serve la topologia a collegarsi a Dio (passando per super.stè, ovvio)!

(avrei voluto scannerizzare la pagina scritta a mano con tanto di disegni e vignette.. magari un’altra volta :P)

**= la frase di Coelho di può tradurre con sbagliando s’ impara e chi l’ha dura la vince.. ma detta così.. è più bella! 😀

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...